dona on line
Feb 8, 2013

La CGIL condanna l'assassinio Chokri Belaid

La CGIL condanna l'assassinio del leader del Partito unificato democratico nazionalista, Chokri Belaid, una delle figure più popolari del movimento politico laico e progressista della Tunisia.

Persona che ha sempre ricercato il dialogo ed il confronto politico, sempre pronto a denunciare la violenza e l'intolleranza come nemici della democrazia, fermamente impegnato nella costruzione del “fronte popolare”, l'iniziativa che ha riunito le diverse forze democratiche e progressiste del paese.

La CGIL chiede al governo tunisino che sia fatta giustizia, individuando esecutori e mandanti di questo ennesimo efferato atto di violenza politica, e che garantisca a tutti i suoi cittadini la libertà di espressione e l'esercizio dei diritti politici e civili, fermando la spirale di violenza che da mesi si è abbattuta sui sindacati e selle forze politiche di opposizione.

La CGIL esprime le più sentite condoglianze ai familiari di Chokri Belaid.

Sergio Bassoli

articolo dal sito cgil.it